Isola di Pag: un’isola tutta da scoprire

Baia di Pag

In estate quando abbiamo voglia di mare una nostra destinazione è la Croazia, uno dei posti che amiamo in particolare è l’isola di Pag.

Quest’isola si trova nell’ampio golfo della regione del Quarnaro tra l’Istria e la Dalmazia di fronte alla costa dalmata.

L’isola di Pag è molto particolare e a noi piace anche perché è un territorio che presenta diverse contrapposizioni.

Pag è chiamata anche “l’Ibiza dei Balcani” perché in estate attira moltissimi giovani, in particolare sulla spiaggia di Zrce vicino alla cittadina di Novalja.

Ma è anche un’isola con bellissime spiagge e baie semi deserte, un mare calmo tra le coste, acqua limpida e calda.

Raggiungere l’isola di Pag

Per arrivare sull’isola di Pag si attraversa un breve tratto di Slovenia per proseguire verso Rijeka seguendo poi le indicazioni per il paese di Senj.

Dopo Senj, per raggiungere l’isola di Pag ci sono due opzioni: prendere il traghetto oppure proseguire in auto e attraversare il ponte che collega l’isola alla terraferma.

I traghetti partono nel paesino di Prizna.

Noi, per evitare la fila di macchine in attesa di salpare, abbiamo deciso di continuare lungo la strada costiera e prendere il ponte di Pag.

Arrivati al ponte la vista è meravigliosa, il mare dal colore turchese si contrappone alle bianchissime scogliere completamente spoglie.

Una sosta intermedia a Senj

Se avete tempo vi consigliamo di fermarvi per una passeggiata nella piccola cittadina di Senj.

E’ un luogo davvero piacevole, fra le sue vie vi sono degli angoli caratteristici e in cima ad un colle, domina il paese, la fortezza di Nehaj.

Abbiamo avuto la fortuna di fare una passeggiata verso questa rocca, con il bimbo nello zaino, visto che la stradina che sale dal paese è sterrata.

Purtroppo l’interno della fortezza, che ospita anche un museo, era chiuso, ma dalla sua cima si poteva ammirare una vista fantastica della costa croata e delle isole del golfo del Quarnaro (Krk, Cres, Rab) circondate dalle montagne.

L’isola di Pag

L’isola appare come un paesaggio lunare con una doppia faccia, selvaggia e scolpita nella pietra la parte rivolta ad oriente e caratterizzata da oliveti e macchia mediterranea ad occidente.

Appena arrivati ci dirigiamo nella città di Pag, capoluogo dell’isola omonima.

Ne rimaniamo subito incantati, è una piccola cittadina che si trova in una bellissima baia su una striscia di terra che si affaccia sul mare circondata da saline.

Noi abbiamo trovato un appartamento nella località di Bošana, vicino alla cittadina di Pag.

Per prenotare abbiamo utilizzato il sito di Booking.com, qui puoi trovare alcune sistemazioni in zona.

Vi consigliamo di alloggiare negli appartamenti sull’isola ce ne sono molti, i prezzi non sono cari e sono carini e moderni.

Le spiagge di Bošana sono composte da sassi piccoli e arrotondati, il mare è cristallino e si trovano delle calette splendide e semi deserte.

Come nella maggior parte dei posti paradisiaci l’accesso non è sempre facile e con i bambini bisogna munirsi di zaino visto che per arrivare alla spiaggia si scende da piccoli sentieri oppure da scale ripide.

Più accessibile con i bimbi è la spiaggia della città di Pag, una lunga e stretta lingua che guarda verso il mare.

Il fondale è basso, un misto di sabbia e sassolini con vicini bar e ristoranti.

Le cittadine di Pag e Novalja

Merita una visita anche la città di Pag.

Le sue vie sono strette e ordinate e si snodano attorno alla piazza principale dove si trova la chiesa di Santa Maria.

Passeggiando per le stradine si assaporano i ritmi calmi della tradizione croata e si possono vedere le donne sedute sulla soglia di casa lavorare i famosi merletti.

Una delle eccellenze, infatti, dell’isola di Pag è il pizzo merletto protetto dall’UNESCO come patrimonio immateriale della Croazia.

Contrapposta alla tranquilla Pag, più a Nord si trova Novalja, una località più movimentata data la presenza di locali e spiagge che diventano discoteche all’aperto frequentate per lo più da giovani.

La strada che porta da Pag a Novalja è molto caratteristica da una parte si vede il mare, stupendo e pulito, dall’altra i terreni aridi dove spuntano qua e là cespugli d’erba, circondati da bassi muretti in pietra.

Lungo le strade si incontrano le regine indiscusse di tutta l’isola: le pecore e le capre.

Ai lati della carreggiata si trovano i pastori che vendono il Paski Sir, il pecorino di Pag, un formaggio molto buono, altra eccellenza dell’isola.

La sua salinità è data dalle erbe aromatiche che crescono vicino al mare di cui si nutrono le pecore.

A nord di Novalja, una spiaggia adatta ai bambini è quella di Planjka, una bella baia, con il mare poco profondo e la sabbia fine.

I dintorni dell’isola di Pag

La posizione geografica di Pag è ottima anche per gli amanti, come noi, delle gite da fare in giornata.

Con un’escursione in barca si può raggiungere l’arcipelago delle Kornati formato da quasi 150 isole, isolotti e scogli.

Per gli amanti della natura si possono visitare anche due parchi nazionali, uno è quello lungo il fiume Krka, una sorta di canyon tra gole, laghetti, cascate e il famoso parco di Plitvice, circondato da fitti boschi e composto da ben 16 laghetti.

A sud dell’isola di Pag si trova anche il parco Paklenica con i rilievi montuosi più alti della Croazia soddisfa anche le esigenze dei più sportivi per chi non vuole rinunciare a fare trekking ed un’arrampicata.

Per chi come noi vuole anche semplicemente fare una passeggiata, a 70 km da Pag si trova Zara.

Zara è un’affascinante città ricca di musei e rovine romane, ma anche di bei negozietti dove fare un po’ di shopping.

L’isola di Pag l’abbiamo scelta anche come base di partenza per le nostre escursioni e per visitare il più possibile questo splendido territorio.

Esplorare l’isola

Il modo migliore per visitare l’isola di Pag è quello di esplorarla, partire in macchina e scegliere il posto che più piace.

Di spiagge ce ne sono tantissime, con i sassolini, con la sabbia, terrazzate, semi deserte, nascoste tra le rocce, ben attrezzate, ma ci sono anche delle belle baie isolate che si possono raggiungere a piedi con i bambini o facendosi accompagnare con una barca.

C’è davvero l’imbarazzo della scelta e si può cambiare spiaggia ogni giorno in base alle diverse esigenze.

L’unico consiglio è che a volte le spiagge più belle sono quelle più isolate e di ghiaia, quindi, è meglio attrezzarsi con ombrelloni, materassini e scarpette di gomma per via dei sassi e dei ricci di mare.

L’isola di Pag con il suo splendido mare, turchese e pulito e il suo popolo ricco di cultura e tradizioni è l’ideale per una vacanza in famiglia con i bambini.


Ti potrebbe interessare anche:

Spiaggia di Myrtos

Cefalonia con bambini: un’isola da esplorare

Balos

L’isola di Creta


4 Comments

  1. Croazia Info

    Complimenti per il racconto sull’isola Pag. Condividiamo assolutamente la valutazione che Il modo migliore per visitare l’isola e le sue splendide spiagge sia quello di esplorarla, partire in macchina e scegliere il posto che più piace… e ce ne sono moltissimi. Semmai, aggiungeremmo di sceglierli in base al vento in modo di trovarsi sempre “sotto vento”. Noi almeno ci eravamo capitati in una settimana un po’ ventosa e questo trucco ci è stato di grande aiuto.

    1. Bimbi Viaggiatori

      Pag è un’isola molto bella, tutta da vedere. Quando siamo stati, c’era un po’ di brezza, il nostro bimbo si ricorda ancora le gigantesche pale eoliche. Ci hanno detto che a periodi, soprattutto d’inverno, il vento soffia forte ed è il motivo per cui le coste sono brulle. Ottimo il consiglio di sfuggire al vento. 😉

  2. Anna

    Che bel giro! Stupendi i merletti di pag 😍

    1. Bimbi Viaggiatori

      È un’isola bella da esplorare. Vedere le donne che lavorano i merletti nelle vie di Pag è un tuffo nella tradizione del posto. 😊

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Privacy Policy Cookie Policy