Camper con bambini: perché sceglierlo!

Camper in sosta

Abbiamo sperimentato molti modi di viaggiare e, secondo noi, uno dei più divertenti per viaggiare in famiglia è utilizzare il camper con bambini.

Infatti questo mezzo sembra quasi inventato per loro e solo a sentirne parlare immediatamente sorridono.

Capire il perchè è semplice, una casa su ruote con tutto quello che serve, magari il letto in mansarda, mamma e papà vicinissimi giorno e notte e…serve altro?

In quest’articolo cercheremo di spiegare pro e contro del “mondo” camper con bambini e fare un piccola descrizione su come scegliere il camper giusto per la propria famiglia.

Lo spazio in camper con i bambini

Durante i nostri viaggi con il camper (da coppia a genitori), sinceramente, non abbiamo notato nessuna nota negativa sull’uso di questo mezzo per viaggiare con i bambini.

Un aspetto che, forse, potrebbe essere visto in maniera non positiva è che lo spazio a bordo è limitato.

Sicuramente se confrontato con una camera d’hotel o un appartamento siamo d’accordo ma, bisogna pensare che in un viaggio in camper si vive molto all’aperto e che è parte integrante della vacanza.

Quando utilizziamo il camper cerchiamo sempre delle aree dove fermarci che possano avere vicino prati o luoghi in cui i piccoli camperisti si possono divertire in sicurezza.

Poi basta un po’ di organizzazione e, in un attimo, si può ricavare un angolino come spazio di gioco per i bambini, per esempio il letto matrimoniale in mansarda o in coda.

Ma poi i bambini, soprattutto i nostri due maschietti, quando siamo fermi e prepariamo da mangiare o sistemiamo, subito si precipitano nella cabina guida e iniziano a viaggiare con la loro immensa fantasia…un consiglio è di tenere sempre le chiavi in tasca!

Poi, questo aspetto, è anche uno dei motivi per cui il camper è uno dei migliori mezzi con cui viaggiare con i bambini, come si dice…siamo tutti “vicini-vicini”!

Inoltre ai piccoli il camper piace, in ogni sua sfaccettatura e vi seguiranno in tutto quello che farete.

Cari papà, non aspettatevi di poter andare a effettuare le “classiche” faccende da camperista da soli, come caricare e scaricare acque senza i vostri bimbi, vi staranno attaccati ad ogni passo.

Dimensioni e parcheggio del camper

Area sosta camper a San Candido

Un altro aspetto che può creare un po’ di disagio è quella delle dimensioni del camper, piuttosto ingombrante, e delle limitazioni che si possono incontrare durante il viaggio.

Anche in questo caso basta solo un po’ di organizzazione e si può realizzare un itinerario fantastico, sfruttando soprattutto i mezzi odierni come internet o qualche app (e ce ne sono tante) ricercando luoghi dove si possono parcheggiare questi veicoli.

Inoltre una considerazione anche sull’aspetto che per una vacanza all’insegna dell’area aperta, camper e biciclette vanno molto d’accordo.

E’ possibile caricare le biciclette (con eventuali carrellini per i più piccoli) comodamente sul camper e anche se parcheggiate un po’ lontano dal luogo da visitare, con una salutare pedalata potrete raggiungere la meta senza problemi.

Per le perplessità della guida dei camper a questo articolo diamo qualche consiglio di guida.

Camper con bambini: vita a bordo e comfort in viaggio

Il camper è una casa su ruote, un mezzo per scoprire luoghi spettacolari con la possibilità di avere quasi tutti i comfort con sé.

Quante volte ci è successo che i nostri piccoli avessero qualche necessità improvvisa in viaggio e di corsa a cercare una valida alternativa.

Avrete capito che stiamo parlando di avere sempre disponibile un bagno, pulito e con tutto il necessario!

Oppure, più semplicemente, una richiesta di un gelato o uno spuntino in un luogo dove non c’è la possibilità acquistarlo ma, in camper con i bambini, abbiamo sempre qualcosa in frigorifero, dal gelato al latte, dalla frutta allo yogurt!

Oppure con un fornello sempre pronto per cucinare qualche cosa al volo!

Ma anche, semplicemente, avere tutto il cambio vestiti nell’armadio in viaggio come a casa è sicuramente una comodità impagabile.

Anzi, soprattutto per le mamme, con il camper non ci sono valigie, tutto negli armadi, e non ci sono limiti, potete portare mezza casa!

Camper con i bambini: quale scegliere?

I camper sono un po’ come le auto, ne esistono di diverse tipologie.

Come per le auto ci sono utilitarie, medie, station wagon e SUV anche per i camper esistono van, mansardati, semintegrali, motorhome, 4×4, ecc…

Bisogna scegliere la tipologia giusta per il viaggio che si intende intraprendere e per la composizione della famiglia.

Per esempio se stiamo andando in un luogo con ampi spazi e ottime strade il consiglio che diamo è di scegliere un modello grande, tipo un “mansardato”.

Un modello che ci possa permettere di avere sempre disponibili un numero di letti “pronti” uguale al numero di componenti della famiglia e ci permetta di avere anche sempre pronta la tavola dove mangiare, la dinette.

Se invece prevedete di viaggiare in strade particolarmente tortuose e strette, il nostro consiglio è di scegliere il mezzo in base all’agilità necessaria, non abbondando troppo sulle dimensioni.

Per esempio se si prevede un viaggio in montagna tra passi e laghetti alpini, come abbiamo fatto noi visitando la Val Pusteria, conviene orientarsi verso un “van”.

Senza essere troppo tecnici, non siamo nemmeno le persone adatte, cercheremo di riassumere pro e contro di alcune categorie principali.

Il Van

Il classico camper, come inteso da “dizionario”.

E’ un furgone, generalmente in versione maxi e rialzato.

Comodo, compatto, e molto agile, quasi un’auto.

Un difetto è sicuramente il poco spazio a bordo rispetto ad altre tipologie di camper.

Esistono anche dei van compatti, con dimensioni contenute e, soprattutto, altezze inferiori o poco superiori ai 2 metri che permettono di accedere praticamente a tutti i parcheggi come un’autovettura.

Inoltre questi van compatti hanno spesso un tetto rialzabile che, in sosta, permette di avere l’altezza necessaria per poter dormire confortevolmente.

Ovviamente questi mezzi compatti sono ancora più limitati nello spazio.

Ideali per andare in montagna tra i passi dolomitici, sono il giusto compromesso tra comfort interno e agilità.

Mansardati

Motorcaravan mansardato

Il camper come lo abbiamo in mente tutti, quello con il letto sopra alla cabina di guida.

Molto alti, lunghi e larghi, in una parola ingombranti.

Proprio per questo bisogna fare molta attenzione nel guidare, ricordando che questi veicoli, a differenza dei van, hanno una larghezza diversa tra cabina e cellula abitativa.

Quindi bisogna fare attenzione nelle manovre alle dimensioni.

In compenso hanno molto spazio interno, spesso permettono almeno 4 posti letto pronti e una dinette per i pasti di 4 persone.

Un comfort abitativo eccellente con tanto spazio, poi il letto sopra alla cabina (la mansarda) sarà conteso tra i bambini che vorranno sempre dormire li.

Il camper da consigliare per una famiglia!

Semintegrale

Un mansardato senza la mansarda, ecco come potremmo riassumere, da profani, questa tipologia di veicolo.

Sono leggermente più bassi rispetto ai mansardati e molto più profilati.

Da questo ne deriva che sono un po’ più agili e consumano meno.

Chiaramente si guadagna un po’ di agilità ma perde in spazio abitativo.

Si perde il letto in mansarda sempre pronto in cambio di un letto che scende dal soffitto quando serve (basculante).

Questi veicoli sono, secondo noi, quelli più utilizzati dai noleggi.

Hanno il giusto equilibrio tra agilità e spazio di bordo.

Motorhome

Motorhome in camper con i bambini

Questi mezzi sono generalmente i top di gamma dei costruttori.

Ingombranti ed eleganti, con tutti i comfort e tecnologicamente avanzati.

Probabilmente i più confortevoli ma, molto più pesanti e poco agili.

Sono anche i più costosi e trovare un posto dove parcheggiarli è spesso un’impresa.

Non ve lo consigliamo come prima esperienza.

Se il viaggio ha una destinazione fissa, per esempio in un’area camping attrezzata, sicuramente, assieme al mansardato, è uno dei mezzi migliori.

4×4

Questi sono dei mezzi speciali, difficilmente li troverete a noleggio, ma per una panoramica completa andavano citati.

Sono veicoli che non si fermano mai, con autonomie elevatissime sia di viaggio che di tempo di sosta.

Alcuni di questi mezzi si guidano con la patente C in quanto sono dei camion camperizzati oppure possono anche essere dei pick-up con una cellula abitativa sul cassone posteriore.

Spesso sono mezzi ingombranti ma con uno spazio interno inferiore alle tipologie elencate fino ad ora.

A cosa servono?

Be, con uno di questi mezzi potete permettervi di attraversare il deserto e passare la notte li…pensiamo sia un’esperienza più unica che rara!

Caravan o Roulotte

Anche se non è propriamente un camper, ci andava di inserirla in questo elenco, in fondo è una parente stretta.

E’ rimorchiata dall’auto, che dev’essere predisposta con il gancio traino ed essere idonea per rimorchiare il peso della roulotte.

In marcia chiaramente è poco agile e in sosta bisogna appoggiarsi praticamente sempre ad aree attrezzate e difficilmente troveremo un luogo “libero” dove sostare.

Però una volta parcheggiata si ha l’auto a disposizione per esplorare i luoghi molto comodamente senza pensare a dove parcheggiare o sostare.

Spesso un po’ dimenticata ma, secondo noi, non è da scartare a priori anzi, ha i suoi aspetti positivi proprio come scritto sopra.

Generalmente con ampi spazi interni e molto confortevole.

Purtroppo anche questa non si trova spesso a noleggio e bisogna cercarla ma se si trova il costo è inferiore al camper.

Se il vostro veicolo ha il gancio traino e non avete quindi problemi a guidare con un rimorchio è da prendere in considerazione.

Camper con i bambini: consigli per il noleggio

Noleggiare un camper non è come noleggiare un’auto, ci sono meno noleggiatori e i costi sono più elevati.

Per il noleggio, abitando in Trentino, abbiamo chiesto a vari noleggiatori e scelto Campertours, soprattutto per la tipologia di veicolo che ci serviva, un Van per esplorare la Val Pusteria.

Tenete presente comunque che oltre a questa spesa non avrete necessità di cercare una stanza o un appartamento.

L’unica spesa sarà il campeggio o l’area di sosta, che hanno molto spesso costi inferiori agli appartamenti.

Secondo noi questo mezzo non è da noleggiare per fare una vacanza “low-cost” ma più per una vacanza esperienziale.

Un viaggio diverso dal solito che spesso ci dà la possibilità di vivere i luoghi che visitiamo in maniera diversa, più a contatto con la natura mantenendo un comfort e una sicurezza necessari per una famiglia con bambini.

Quando noleggiate analizzate bene il contratto di noleggio, l’eventuale franchigia e deposito, anche questi più alti di un classico noleggio auto.

Controllate bene tutto il mezzo alla consegna, non dimenticando il tetto e gli interni, che possono avere dei danni che è meglio segnalare prima di partire per non avere poi problemi alla riconsegna.

Fate tutte le domande che vi vengono in mente, soprattutto se siete alla prima esperienza, non esistono domande “sciocche” ma solo domande!

Se vi abbiamo convinti allora, non vi resta che noleggiare il veicolo e provare quest’esperienza, poi fateci sapere com’è andata, magari sul nostro gruppo Facebook “Idee e racconti di viaggio in famiglia – Il gruppo di Bimbi Viaggiatori”!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Privacy Policy Cookie Policy impostazioni tracciamento pubblicità