Lago di Anterselva con bambini: una meraviglia in Val Pusteria

Lago di Anterselva Val Pusteria

Tra i luoghi da non perdere durante una vacanza in Val Pusteria con i bambini c’è sicuramente una visita al Lago di Anterselva situato alla fine dell’omonima valle a pochi chilometri dal confine con l’Austria.

Questo meraviglioso lago alpino non ha nulla da invidiare ai più famosi e vicini Lago di Braies e Dobbiaco.

Si trova, inoltre, in una posizione fantastica a 1642 metri d’altitudine all’interno del Parco Naturale Verdette di Ries e Aurina.

Le sue splendide acque color blu turchese sono circondate da verdi prati e fitti boschi di abete rosso in una natura incontaminata e le imponenti cime dei Monti Collalto e Collaspro si rispecchiano creando dei meravigliosi contrasti di colore.

Nonostante il Lago di Anterselva sia il terzo lago naturale più grande dell’Alto Adige, un sentiero naturalistico permette di fare una passeggiata intorno alle sue rive anche con i bambini e il passeggino.

Il percorso è per lo più pianeggiante con alcuni saliscendi impreziosito da pannelli didattici che spiegano la fauna e la flora del lago.

Il paesaggio, durante il giro del lago, incanterà soprattutto i piccoli esploratori immersi nella natura e in un ambiente da sogno.

Come raggiungere il Lago di Anterselva

Per raggiungere questo lago, in autostrada (A22) si deve uscire al casello di Bressanone e imboccare la SS49 in direzione Val Pusteria per circa 38 km.

Successivamente, all’incrocio con la SP44, si procede su questa in direzione Passo Stalle girando a sinistra.

Alla rotatoria che si incontra, si prende la seconda uscita e si continua imboccando la SP44 in direzione Passo Stalle.

Si prosegue per circa 16 km , quando si troverà il primo parcheggio, a pagamento, dove lasciare l’auto e poi proseguire a piedi iniziando il giro del lago.

Tuttavia, se si vuole, potete continuare per la SP44, per altri 2 km, e raggiungere il parcheggio al lato opposto del lago (quello verso il confine austriaco), sotto una pineta, dove non ci sono molti parcheggi, ma ha il vantaggio di essere gratuito.

Lago di Anterselva: il giro del lago con i bambini

Il Lago di Anterselva si trova alla fine della valle dopo aver superato dei pittoreschi paesini, verdi prati dove pascolano le mucche accompagnati sullo sfondo dalle cime della montagna.

Il percorso attorno al lago può iniziare da due punti diversi.

Si può partire dal centro biathlon, nei pressi di un ampio parcheggio a pagamento oppure raggiungere la parte finale del lago, verso il confine austriaco, dove si trova un parcheggio gratuito all’ombra degli alberi.

Noi abbiamo scelto la seconda opzione partendo per l’esplorazione del lago di Anterselva partendo dal ristorante Platzl am See, dove si trova un piccolo parco giochi per i bambini.

Prima di partire per il sentiero “Natura” ci siamo fermati ad ammirare questo bellissimo specchio d’acqua dal “balcone sul lago”, un punto panoramico dove ammirare lo spettacolo delle montagne che si riflettono nelle acque.

Il giro del Lago di Anterselva dura circa un’ora e mezza e si può percorrere anche con i bambini e il passeggino.

Il sentiero è arricchito da 16 pannelli didattici che raccontano i vari tipi di alberi presenti sul percorso, i pesci che popolano il lago e gli uccelli che si trovano nel bosco circostante.

I piccoli esploratori rimarranno incuriositi e ad un certo punto potranno anche giocare a lanciare le pigne in un bersaglio.

Il percorso è un susseguirsi di passerelle in legno, ponticelli panoramici, prati fioriti e piccole spiaggette sabbiose.

Il Lago di Anterselva non è un lago balneabile, a causa delle acque troppo fredde per nuotare e fare il bagno.

Comunque, soprattutto nelle giornate più calde, è possibile fare un rinfrescante bagno ai piedini per la gioia dei più piccoli.

Il contrasto tra i colori blu-turchese delle acque e il verde dell’ambiente circostante saranno i protagonisti di questa bella passeggiata che incanterà grandi e piccoli.

La leggenda del lago

Lo splendido Lago di Anterselva incastonato tra le montagne ai piedi del Passo Stalle si è formato in seguito allo sbarramento del fiume Anterselva.

Infatti, una frana staccatasi dalle montagne circostanti bloccò il passaggio del fiume e creatosi una conca questa si riempì formando il meraviglioso specchio d’acqua.

Ma, in Alto Adige accade spesso che ad alcuni luoghi vengono associate delle simpatiche leggende tramandate negli anni che diventano una tradizione da raccontare.

Quindi, anche per il Lago di Anterselva accanto ad una spiegazione “scientifica” sulla sua formazione è stata creata una storia divertente che piacerà ai bambini.

Si narra, infatti, che molto tempo fa al posto del Lago di Anterselva, sorgessero 3 imponenti masi.

Qui vivevano alcuni signori tra i più ricchi della zona.

Un giorno passò di li una vecchina che chiese l’elemosina alle persone che abitavano in quei luoghi.

I proprietari di quelle terre, però, la cacciarono in malo modo rifiutando la richiesta di aiuto della mendicante.

Questo scatenò la rabbia della vecchina che minacciò gli abitanti con una terribile profezia.

Le case della valle di Anterselva sarebbero state spazzate via da una potente sorgente che sarebbe nata proprio dietro i tre masi.

Dopo pochi giorni la profezia si avverò e il paesino fu sommerso da un’enorme quantità d’acqua e diede origine al Lago di Anterselva.

Lago di Anterselva: cosa fare nei dintorni.

Il Lago di Anterselva è incastrato nella sua valle omonima completamente circondata nel verde dove poter organizzare diverse escursioni.

Alcune permettono di arrivare fino alle malghe della zona altre , invece, conducono invece nei boschi per vivere delle belle esperienze in famiglia.

Nella parte nord del lago c’è un semaforo che regola il transito per raggiungere il Passo Stalle.

Questa stradina di montagna porta fino a 2052 metri di altitudine dove si vede dall’alto la sagoma del Lago di Anterselva e dall’altra parte prendendo un sentiero si trova il piccolo laghetto di Obersee.


E se volete venire con noi e altre famiglie a passeggiare sulle rive di questo lago unitevi alla nostra Vacanza in Val Pusteria.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Privacy Policy Cookie Policy Impostazioni tracciamento pubblicità