Siviglia con i bambini: visita alla capitale dell’Andalusia

Siviglia centro storico

L’ultima tappa del nostro viaggio alla scoperta della Spagna ci ha portati nell’allegra e colorata città di Siviglia con i bambini.

Dopo aver visitato l’affascinante Barcellona, passeggiato nella moderna Valencia, attraversato anche l’intera regione dell’Andalusia ci siamo rilassati nell’elegante capitale del flamenco.

La splendida Siviglia è una combinazione di culture.

Il suo fascino, infatti, deriva dal passaggio di più dominazioni che hanno lasciato la loro impronta definendone la storia, l’arte, l’architettura e le tradizioni.

Il suo centro storico è un intrecciarsi di stretti vicoli che conducono a magnifici edifici in stile moresco, rinascimentale e anche barocco.

L’eleganza dell’architettura araba si mescola ai palazzi storici e all’atmosfera vivace e genuina del suo folklore.

Confiteria La Campana Siviglia

Passeggiare tra le stradine di Siviglia con i bambini è molto divertente e si ha proprio una sensazione di spensieratezza.

Come una sorpresa piccole piazzette nascoste si susseguono a cortili pittoreschi.

Le stradine con le facciate dipinte di colori vivaci sono abbellite da piastrelle, le famose azulejos, che rappresentano particolari motivi geometrici, o anche scene di vita quotidiana.

In ogni angolo della città si sente la musica, con improvvisate esibizioni di flamenco, proprio per questo Siviglia è la culla di questa danza di origine andalusa.

Non mancano nemmeno i ristoranti e locali dove poter assaggiare le tapas, appetitosi stuzzichini entrati ormai nella cultura culinaria spagnola.

E’ una città molto vivace, ma al tempo stesso tranquilla.

Noi abbiamo visitato Siviglia praticamente a piedi, spostandoci con i mezzi pubblici, solamente in alcune zone dove si concentrano le più belle attrazioni.

Ecco i nostri consigli sui luoghi da scoprire e le attività da fare a Siviglia con i bambini.

Cosa vedere a Siviglia con i bambini: camminare la soluzione più bella

Plaza de Espana con i bambini

A Siviglia, esiste un’efficiente rete di trasporti pubblici.

Oltre alla presenza di tram, autobus, taxi, è possibile utilizzare la metropolitana, che collega il centro con diversi sobborghi periferici.

La maggior parte delle attrazioni, però, sono concentrate in alcune zone e, quindi, si può visitare la città semplicemente camminando.

Il centro storico, cuore della città, è una grande area pedonale dove risulta bello e comodo visitare Siviglia con i bambini a piedi.

Il territorio della bella capitale andalusa è totalmente pianeggiante, per questo motivo, si trovano diverse piste ciclabili.

Anche con la bicicletta è possibile esplorare e girovagare per la città.

Passeggiare è certamente la soluzione migliore anche per muoversi tra le strette viuzze della città ed esplorare la calda ed autentica atmosfera che si respira nelle piazze e strade di Siviglia.

Cosa vedere a Siviglia con i bambini: i luoghi da non perdere

Real Alcázar di Siviglia

Real Alcazar di Siviglia

A due passi dalla cattedrale, proprio nel cuore della città, si trova il palazzo reale.

Un’antica fortezza araba che ci ha ricordato la splendida Alhambra di Granada.

E’ un palazzo da sogno, davvero meraviglioso ancora oggi utilizzato dalla famiglia reale e negli anni ampliato ed arricchito da nuove decorazioni.

Proprio per questo il castello è una mescolanza di stili soprattutto moresco, ma anche gotico e rinascimentale.

La fortezza è anche un susseguirsi di stanze, saloni, cortili, archi, colonnati e all’esterno è possibile accedere anche ai giardini.

E’ la zona che è piaciuta di più ai bambini visto che sono presenti diverse piante e fiori che creano splendide combinazioni di colori, ma anche fontane che formano giochi d’acqua.

Se visitate Siviglia con i bambini, però, e volete vedere il palazzo reale vi consigliamo di prenotare i biglietti on line per evitare le code.

Infatti, c’è una corsi preferenziale per chi ha acquistato gli ingressi in anticipo.

Cattedrale di Siviglia

Cattedrale di Siviglia

Proprio accanto al palazzo dei re si trova l’imponente cattedrale.

E’ la chiesa più grande della Spagna e la terza al mondo.

Quello che colpisce sicuramente sono le grandi dimensioni, ma al suo interno, l’attrazione di maggiore interesse è la tomba del grande esploratore Cristoforo Colombo.

Sia la cattedrale che l’Alcázar, data la loro bellezza, fanno parte dei beni Patrimonio dell’Umanità dell’Unesco.

In Plaza del Triunfo, accanto ad entrambe gli edifici, partono le carrozze trainate dai cavalli che effettuano un giro della città.

E’ un tour non proprio economico, ma anche un modo particolare e bello per visitare Siviglia con i bambini.

Giralda di Siviglia

Giralda

La Giralda, uno dei simboli di Siviglia, è la torre campanaria della cattedrale.

Anticamente fu costruita come il minareto della principale moschea della città, ma poi in seguito alle dominazioni cristiane, fu integrata alla cattedrale come campanile.

La Giralda, oltre ad essere uno splendido monumento, offre anche una spettacolare vista della città.

L’ingresso della torre è incluso all’entrata alla cattedrale e per salire in cima e godersi il panorama si devono percorrere 34 rampe in salita.

Con i bambini ci siamo divertiti ad osservare la torre in tutte le angolazioni dai diversi punti delle viuzze che la circondano.

Peccato, solamente, che una delle facciate era in fase di restauro e un po’ oscurata dai lavori.

Plaza de Espana

Siviglia con i bambini

Questa stupenda piazza colorata a forma di mezzaluna è sicuramente il luogo che più ci è rimasto nel cuore nella nostra visita a Siviglia con i bambini.

Si arriva con una bella passeggiata dall’adiacente parco di Maria Luisa, il più grande parco pubblico della città.

A Plaza de Espana ci si possono passare delle ore persino con i bimbi.

Oltre a rimanere estasiati dagli splendidi colori dei monumenti si può fare un giro a cavallo, navigare con una barchetta a remi lungo il canale o semplicemente correre e osservare i giochi d’acqua delle fontane.

Lungo la sua semi circonferenza sono raffigurate con le azulejos, le tipiche piastrelle colorate tutte le province spagnole.

E’ stato divertente ripercorrere anche il nostro itinerario on the road da Barcellona fino a Siviglia osservando i luoghi visitati attraverso questi angoli decorati.

Metropol Parasol

Metropol Parasol

Nella Plaza de l’Encarnacion, dove in passato era collocato l’antico mercato, è stata costruita la struttura più insolita che abbiamo visto a Siviglia con i bambini.

L’edificio, completato nel marzo 2011, è una grande costruzione in legno che raffigura sei funghi “parasole”.

Si tratta, quindi, di un bellissimo esempio di convivenza tra la moderna architettura contemporanea e quella più tradizionale e storica.

La costruzione con le sue forme tondeggianti, come un gioco tra curve, si sviluppa su cinque livelli.

Ai diversi piani si accede con l’ascensore, comodissimo soprattutto se si visita con i bambini e passeggini al seguito.

L’ingresso, al costo di tre euro, dà diritto anche ad una consumazione al bar collocato al quarto livello.

All’ultimo piano si trova il mirador, da dove si può godere di uno splendido panorama su tutta la città.

Anche i bambini possono salire in cima visto che la passerella è messa in sicurezza da alte ringhiere bianche.

Torre dell’Oro e fiume Guadalquivir

Torre dell'Oro a Siviglia

Siviglia è attraversata dallo scorrere lento e tranquillo del fiume Guadalquivir.

Dopo aver visitato le attrazioni del centro, sempre a piedi, si raggiungono le sue rive.

E’ possibile anche organizzarsi per effettuare una mini crociera lungo il letto del fiume.

Sicuramente un altro modo curioso per visitare Siviglia con i bambini e ammirare la città da una prospettiva differente.

Adagiata lungo la riva del Guadalquivir si trova la Torre dell’Oro, un tempo punto strategico della città ora ospita un piccolo museo navale.

Si può anche salire in cima alla torre per osservare il panorama e le sponde del fiume.

Il nostro consiglio è quello di fotografarla al tramonto, quando i riflessi delle acque del fiume la rendono particolarmente suggestiva.

Plaza de Toros de la Maestranza

Passeggiando per le vie del centro prima di arrivare sulle sponde del fiume si incontra un edificio piuttosto originale.

Ci ha colpito il colore ocra e la sua forma ovale e dopo un po’ abbiamo capito di essere davanti a Plaza de Toros.

Quella che si trova a Siviglia è la corrida più antica di tutta la Spagna.

E’ possibile anche visitarla all’interno e scoprire qualche particolarità di questa tradizione spagnola spesso un po’ discussa.

Alameda de Hèrcules

Alameda de Hercules

Se si desidera assaporare la vera atmosfera popolare della città e mescolarsi con la gente del posto, sicuramente, il luogo ideale è l’Almeda.

E’ una grande piazza alberata alla cui estremità sono collocate due colonne con le sculture di Giulio Cesare e Ercole.

E’ un posto pieno di vita colmo di piccoli locali dove è bello semplicemente sedersi per gustare le deliziose tapas e assaporare delle fresche spremute di frutta.

A pochi passi da questa piazza si trovava il nostro appartamento dove abbiamo deciso di alloggiare a Siviglia con i bambini.

Soprattutto la sera, questo luogo è particolarmente coinvolgente, i bambini giocano a palla o con i piccoli spruzzi che escono dal pavimento piastrellato.

Ovunque si sente la musica e vengono spesso improvvisati canti e balli…impossibile non partecipare a questi momenti di festa.

Barrio Santa Cruz

Azulejos a Siviglia

La bellezza di Siviglia è data anche dalla possibilità di poter passeggiare lungo le viuzze dei suoi sobborghi.

Tra i più pittoreschi c’è il vecchio quartiere ebraico “Barrio Sant Cruz” che si trova nei pressi della cattedrale e del Alcázar.

Quindi, dopo aver visitato questi maestosi edifici ci si può rilassare tra le strette viuzze di questo barrio.

Un dedalo di stradine piene di fiori, casette bianche e colorate azulejos, che portano in piccole piazze nascoste e bei cortili.

E’ anche il luogo ideale dove acquistare qualche souvenir della città e fermarsi per pranzo in uno dei ristorantini di flamenco.

Quartiere Tirana

Quartiere Tirana a Siviglia

Il distretto di Tirana, sull’altra parte del fiume, è collegato al centro dal Puente Isabel II, il più antico ponte di ferro in Spagna.

Nel quartiere si trova anche il mercado de Tirana, un suggestivo mercato dove si può pranzare e gustare i prodotti tipici della zona dalla frutta al dolce.

Inoltre, il quartiere è famoso per le sue strade molto antiche, vivaci e colorate e per i tanti negozi di ceramica.

Soprattutto di sera Tirana è frequentata da tantissima gente e si possono ammirare degli splendidi panorami passeggiando lungo il fiume.

Dove dormire a Siviglia con i bambini: in centro la scelta migliore

Dove dormire a Siviglia con i bambini

La scelta della base per visitare Siviglia con i bambini è caduta su un appartamento in centro, proprio in una via laterale alla piazza Alameda de Hèrcules.

L’appartamento in Calle Calatrava, è stato il più grande dove abbiamo alloggiato durante il nostro tour della Spagna on the road.

Lo abbiamo scelto per la bellissima posizione centrale alla città, ma anche perché provvisto di posto auto.

Infatti, siamo arrivati nella bella capitale dell’Andalusia in macchina.

Il traffico a Siviglia è piuttosto caotico, come in tante città spagnole,e trovare un posto auto è praticamente impossibile.

Avere, quindi, il parcheggio per la macchina e alloggiare in centro è sicuramente la scelta migliore.

Per assaporare le atmosfere popolari di Siviglia il nostro consiglio è proprio quello di dormire in centro e esplorare la città a piedi.

Cosa mangiare a Siviglia con i bambini: tapas e non solo

Tapas

La cucina andalusa è fatta di sapori genuini dove la semplicità di prodotti legati alla terra si mescola a ricette adatte ad esaltarne il gusto.

Ogni palato, quindi, verrà soddisfatto grazie alla presenza di diversi piatti deliziosi.

Siviglia è anche conosciuta come la patria delle tapas, piccoli piattini ognuno composti da diverse prelibatezze.

Non c’è una via a Siviglia dove non si sente il profumo di questi squisiti stuzzichini.

Entrare, quindi, in un tapas bar è un’esperienza culinaria da fare e anche per stare a contatto con la gente del posto.

Come detto, precedentemente, i locali più carini e dove si mangia bene i abbiamo trovati in piazza Alameda.

Per quanto riguarda i ristoranti tipici se ne trovano diversi e a prezzi economici nel Barrio Santa Cruz.

Cosa mangiare a Siviglia con i bambini

Tra le ricette tradizionali c’è anche il gazpacho, una gustosa zuppa fredda di pomodoro arricchita con verdure e pezzettini di pane.

Un’esperienza sicuramente da fare è quella di mangiare nel mercato del quartiere di Tirana.

Si possono assaggiare tantissime specialità proposte anche sotto forma di stuzzichini.

Un consiglio è quello di assaggiare il jamon iberico, del prelibato prosciutto crudo, una vera squisitezza per il palato.

I piatti tipici, ma soprattutto le tapas, sono accompagnati da bevande fresche come il dissetante tinto del verano a base di vino rosso e le buonissime spremute di frutta per i bimbi.

Se passeggiate nel centro storico di Siviglia con i bambini, fermatevi per merenda o colazione alla Confiteria “La Campana”, un’antica pasticceria dove assaporare i tradizionali dolcetti di Siviglia e torte fatte artigianalmente.

Cosa vedere a Siviglia con i bambini: una destinazione per la famiglia

Patria del Flamenco

Siviglia è una città davvero sorprendente.

Oltre alle meravigliose attrazioni turistiche si rimane contagiati dall’allegria della gente.

Le piazze diventano, dunque, luoghi dove bambini, famiglie e adulti si mescolano e diventano una comunità felice.

Abbiamo girovagato a Siviglia con i bambini e ci siamo persi tra le bellezze, gli usi e i costumi della città.

Nelle strette viuzze i bimbi sono rimasti con il naso all’insù ad osservare gli enormi teloni bianchi che servono come protezione dal caldo sole andaluso.

In ogni angolo della città c’è qualche sorpresa.

Un’improvvisata esibizione di flamenco, colorate azulejos, profumi di tapas o semplicemente persone che intente a chiacchierare e scherzare insieme.

E’ una città dove non ci siamo sentiti dei turisti e che abbiamo visto con la spensieratezza e proprio con gli occhi dei bambini.


Ti potrebbe interessare anche:

Toro Spagna

Spagna con i bambini: Barcellona, Valencia e Andalusia


Organizzare un viaggio a Barcellona con i bambini Sagrada Familia

Organizzare un viaggio a Barcellona con i bambini


Giardini del Turia a Valencia

Valencia con i bambini: una città family friendly


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.