Mulini di Kinderdijk: un paesaggio tipico in Olanda

Mulini di KinderdijkSembra un po’ di essere ritornati indietro nel tempo quando si visitano nella verde campagna olandese, i mulini di Kinderdijk.

Kinderdijk è una località che si trova nella pianura dell’Olanda meridionale.

Dista circa 25 km dalla moderna città di Rotterdam e a meno di 40 km dalla storica Delft famosa per le sue ceramiche bianche e blu (qui il link alla nostra visita).

MuliniSi tratta di un’area composta da ben 19 mulini che si susseguono l’uno all’altro disposti lungo le rive dei canali.

La zona richiama la storia e la cultura dell’Olanda tanto che nel 1997 è stata dichiarata Patrimonio dell’Umanità dall’Unesco.

Per noi la visita a Kinderdijk è stata la prima tappa del nostro giro alla scoperta dell’Olanda con i bambini.

E’ anche uno dei luoghi che ci è rimasto più nel cuore.

I bimbi sono rimasti stupiti nel vedere questi maestosi mulini, gli abbiamo soprannominati “le casette dei mugnai”.

Storia e leggenda dei mulini di Kinderdijk

Visuale dal mulinoIl nome di Kinderdijk tradotto dall’olandese significa “diga dei bambini” ed è legato ad una tradizionale leggenda.

Durante la terribile alluvione di Santa Elisabetta, nel novembre del 1421, il villaggio venne completamente inondato.

Si racconta che i superstiti videro una culla galleggiare nelle acque, al cui interno si trovavano un bambino e un gatto.

Il bimbo venne salvato e da quel giorno questo pittoresco parco di mulini a vento viene chiamato Kinderdijk.

I mulini di Kinderdijk narrano soprattutto la storia di come l’uomo ha lavorato con la natura per trovare un equilibrio.

Vista dei mulini dalla navigazioneCon lo scopo di drenare il terreno acquitrinoso che si trova per lo più al di sotto del livello del mare e per renderlo utilizzabile per l’agricoltura, intorno al 1740 fu costruita una rete di mulini a vento.

Alimentati dalla forza eolica pompavano l’acqua in eccesso a quote più elevate dirigendola verso il fiume.

Ora questo lavoro viene svolto da moderne pompe elettriche.

Alcuni mulini, però, in occasioni speciali, come nella Giornata Nazionale dei Mulini a vento (secondo sabato di maggio) riprendono la loro funzione originale come nei tempi antichi.

Una passeggiata tra i mulini con i bambini

Mulino a ventoIl parco dei mulini di Kinderdijk si può visitare a piedi, in bicicletta (ci sono due percorsi distinti) oppure attraverso la navigazione con battelli.

Già all’entrata il paesaggio appare pittoresco con prati verdi, fiumi e i maestosi mulini a vento disposti in due file parallele.

Il tragitto che percorre i mulini, lungo il sentiero, è tutto pianeggiante, l’ideale per camminare con i passeggini.

Passeggiare tranquillamente attraverso la campagna e godersi la pace di questo luogo è il modo migliore per visitarlo.

Mulino a KinderdijkLasciandosi alle spalle i primi mulini, dove si concentra la maggior parte di visitatori, ci si immerge nella campagna olandese.

Nei campi a fianco ai mulini si vedono diversi animali: pecore, cavalli, mucche e anatre.

I bambini si sono divertiti a vedere le anatre prendere il volo e tuffarsi per un bagnetto nei canali.

L’area del Kinderdijk è un posto splendido per godersi la natura e anche i bimbi resteranno meravigliati dalla bellezza dei mulini.

Museo di Kinderdijk

Quando siamo arrivati a Kinderdijk il tempo era splendido, molti bambini e ragazzi facevano il bagno nei canali.

Noi ci siamo organizzati per un picnic ed è stato bellissimo ammirare questo panorama unico.

All’ingresso dell’area, sul lato sinistro, si trova la ex stazione di pompaggio Wisboom che ospita il centro visitatori.

Ingranaggi dei mulini

Qui è possibile vedere un interessante filmato, con sottotitoli in inglese, che racconta la storia di Kinderdijk.

I mulini di Kinderdijk sono di proprietà privata e solo due sono visitabili dal pubblico.

Il mulino n. 8 di Nederwaard disposto su quattro piani, è un vero e proprio museo.

Interno mulino KinderdijkE’ possibile visitare tutti i piani e vedere da vicino gli ingranaggi del mulino.

Fate attenzione a salire e scendere, le scale sono molto piccole e ripide.

E’ molto interessante entrare anche per far capire ai bambini il funzionamento di un mulino e come si svolgeva, al suo interno, la vita dei mugnai e delle loro famiglie.

Mulino-numero-11Un altro mulino visitabile è il n. 11, il Blokweer Molen, dove al suo esterno c’è una piccola fattoria.

I nostri bimbi si sono divertiti a vedere gli animali e i tanti zoccoli di legno depositati nel mulino.

La navigazione sul battello

Navigazione a Kinderdijk

Un altro modo suggestivo e divertente per visitare anche con i bambini i mulini di Kinderdijk è il giro panoramico a bordo di un battello.

La navigazione è molto lenta e permette di ammirare i dettagli dei mulini, visto che ci si avvicina molto alla riva del canale.

Sono previsti due diversi percorsi di navigazione.

Il Canal Cruise, quello che abbiamo scelto noi, permette di salpare all’ingresso dell’area e di arrivare con il battello fino all’ultimo mulino.

Kinderdijk con i Bimbi ViaggiatoriE’ un’esperienza bellissima che permette di viaggiare con calma immersi nella natura e sentire solo i rumori del vento che muove le canne lungo i canali.

L’altro percorso sul Canal Hopper “Prins Friso”, invece, dà la possibilità di salire e scendere in quattro punti dove si trova la maggiore concentrazione di mulini.

La navigazione di entrambe i giri dura circa una mezz’ora.

Informazioni pratiche per visitare Kinderdijk

Interno mulino numero 11 Kinderdijk

L’area dei mulini di Kinderdijk si può visitare gratuitamente se si desidera semplicemente fare una passeggiata a piedi o in bici.

Se invece si vogliono visitare i mulini aperti al pubblico e il centro visitatori si può acquistare un biglietto combinato.

E’ possibile acquistare i biglietti direttamente on line sia per l’ingresso ai mulini sia per la navigazione con il battello (qui il link alla pagina ufficiale di Kinderdijk dove si possono acquistare i biglietti e vedere le tariffe aggiornate).

Canali e muliniL’unica attenzione da fare, se si acquista on line l’ingresso, è la scelta della data in cui effettuare la visita.

Se si arriva in auto (qui potete leggere i nostri consigli sul noleggio auto) si può parcheggiare la macchina in un’area vicino ai mulini a vento e si paga direttamente ad un addetto.

Anche le biciclette si possono noleggiare direttamente all’ingresso.

Un evento da segnalare è il secondo sabato del mese di maggio, quando ogni anno, in Olanda, si festeggia la Giornata Nazionale dei Mulini a vento e a Kinderdijk tutti i mulini vengono messi in funzione come un tempo.


Del nostro viaggio in Olanda ti potrebbe interessare anche:

Primavera Olanda

Keukenhof con i bambini: il giardino di tulipani in Olanda

Cuore blu a Delft

Visitare Delft con i bambini: il cuore blu dell’Olanda


 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.