Visto per la Russia: mini-guida su come ottenerlo

Visto per la Russia

Quest’anno, dopo averla sognata per un po’ di anni, finalmente visiteremo la Russia ma per farlo è stato necessario richiedere il visto turistico.

Infatti, in alcuni Paesi per poter entrare può non essere sufficiente il possesso del passaporto, del quale abbiamo già parlato in questo articolo.

Alcuni Stati chiedono di verificare le generalità di chi vuole entrare nel loro territorio.

Serve per accertarsi anche sulla motivazione della visita, sul periodo di permanenza, sul possesso di un’assicurazione idonea, e altro.

C’è da dire che i Paesi che richiedono il visto stanno via via diminuendo.

Alcuni visti si possono richiedere direttamente in aeroporto all’arrivo.

Altri invece, e questo è il caso del visto per la Russia, si devono richiedere con un po’ di anticipo, prima dell’arrivo.

Già qui può sembrare che ottenere il visto turistico russo possa essere un po’ complesso.

Ma, se si seguono alcune regole, non sarà un grosso problema, noi ci siamo riusciti in poco tempo e senza spendere una fortuna.

In questo articolo spieghiamo come abbiamo fatto.

Chi deve richiedere il visto per la Russia?

Tutti i cittadini stranieri che visitano la Russia, per accedere al Paese, devono essere in possesso del visto.

Ci sono diversi tipi di visti, da quello turistico a quello per affari passando per l’umanitario, il lavorativo, di transito, per studio, per visita privata o per soggiorno temporaneo.

Può essere richiesto un visto singolo o doppio oppure un visto di passaggio.

Noi parleremo del visto turistico singolo, cioè che prevede un solo ingresso nel Paese!

Iniziamo dicendo che ci sono dei casi in cui il visto non serve.

Per esempio quando la Russia è solo uno scalo, con durata inferiore alle 24 ore, dove non necessiti l’uscita dalla zona internazionale dell’aeroporto.

Oppure anche quando si visita la Russia come “tappa” di una crociera e si scende dalla nave esclusivamente accompagnati da un’agenzia con una guida autorizzata dallo Stato Russo.

Anzi se non lo avete ancora letto qui potete leggere alcuni consigli per andare in crociera con i bambini.

Se invece, come noi, si vuole visitare il Paese in completa autonomia, bisognerà essere in possesso del visto turistico per la Russia.

Inoltre, il visto russo, è nominativo e non esiste un visto familiare, pertanto dev’essere richiesto da tutti i partecipanti al viaggio, indipendentemente dall’età.

Quindi anche i bambini devono richiedere il visto di accesso per la Russia.

Quando si richiede il visto russo la cosa più importante è di calcolare bene i tempi.

Va richiesto obbligatoriamente prima dell’arrivo, non è possibile richiederlo in aeroporto una volta atterrati in terra sovietica e, senza tale documento, non si potrà accedere al territorio russo e si verrà rimandati indietro.

Possono essere necessari diversi giorni per ottenere il visto russo.

Il nostro consiglio, anche per risparmiare, è di chiederlo il prima possibile, indicativamente tra i 60 e i 30 giorni prima delle partenza.

Visto per la Russia: dove richiederlo?

Il visto di accesso alla Russia può essere richiesto con tre modi:

  1. direttamente in consolato
  2. utilizzando un Centro Visti
  3. tramite un’agenzia turistica

Ovviamente, la differenza è il costo e la comodità.

Utilizzando l’agenzia sarà molto semplice, basterà consegnare i passaporti e poi penserà a tutto lei, nei tempi previsti vi sarà riconsegnato il passaporto con il visto apposto al suo interno.

Certo la comodità si paga e il conto può lievitare.

Noi abbiamo utilizzato, e vi consigliamo, uno dei Centro Visti VHS.

Ce ne sono cinque in Italia: a Roma, a Milano, a Palermo, a Genova e a Verona, potete usare quello più comodo per voi o quello che ha l’appuntamento più vicino.

Noi abbiamo utilizzato quello di Verona, una volta sistemati tutti i documenti, abbiamo preso appuntamento e in una decina di giorni abbiamo ricevuto i visti.

Visto per la Russia: cosa serve?

Per il visto russo serviranno alcuni documenti.

Innanzitutto il passaporto dev’essere integro, con due pagine libere e con validità residua di almeno 6 mesi dalla data di arrivo in Russia.

Servirà l’invito o voucher che, se richiesto, lo invierà l’hotel dove avete prenotato, oppure se farete un viaggio itinerante, come noi, pernottando in più città, potete ottenerlo tramite un’agenzia locale che si occuperà di farvi avere l’invito.

C’è da dire che non tutti gli hotel fanno questo servizio e che è quasi sempre a pagamento, seppur con una modica cifra, approssimativamente € 20,00 a persona.

Noi ci siamo rivolti ad un’agenzia indicata dall’hotel prenotato a San Pietroburgo.

Sfatiamo subito una credenza “con gli hotel prenotati on-line non si può ottenere il visto”.

Noi abbiamo prenotato tutto con Booking e non abbiamo avuto problemi.

Una cosa importante che vi verrà richiesta sarà l’assicurazione.

Per ottenere il visto turistico per la Russia dovete possedere un’assicurazione che vi copra per tutta la permanenza.

L’assicurazione deve avere degli standard ben precisi e dev’essere riconosciuta dalla Federazione Russa, in alcuni centri visti, può essere stipulata direttamente con la richiesta del visto per la Russia.

Noi avevamo già un’assicurazione che ci è stata accettata come valida per l’ottenimento del visto, una multi-viaggio famiglia annuale valida per tutto il mondo.

Se volete diamo qualche consiglio sulle assicurazioni viaggio e sulla nostra scelta in questo articolo.

Servirà anche una foto tessera recente, come per il passaporto è meglio affidarsi a professionisti in quanto la foto deve avere standard particolari.

Infine, prima di presentarvi all’appuntamento, bisogna registrarsi e compilare un modulo elettronico per la richiesta del visto per la Russia, on-line, una per ogni partecipante al viaggio a questo link.

Ora, con tutti i documenti è possibile prenotare l’appuntamento al Centro Visti scelto e consegnare il tutto.

Costi per l’ottenimento del visto russo

Il costo per persona, attualmente, presso i Centri Visti VHS sono di € 35,00 per i Diritti Consolari e di € 30,00 di costo del servizio del Centro Visti.

Generalmente in circa 10 giorni lavorativi, una volta consegnata la documentazione, si ottiene il visto.

Per chi avesse più fretta esiste una procedura di urgenza che fa ottenere il visto in 3 giorni lavorativi ma, ovviamente, il costo lievita di ulteriori € 35,00 a visto per i Diritti Consolari.

Il Centro Visti fa anche altri servizi a pagamento che possono essere utili ma che noi non abbiamo utilizzato, informatevi però prima se il centro a cui vi rivolgerete effettua questi servizi.

Per esempio la compilazione del modello elettronico al costo di € 10,00 a visto.

Alcuni centri fanno il servizio di Foto Express ad € 8,00.

Un altro servizio che può esservi utile è quello della stipula dell’assicurazione.

Per ulteriori dettagli e conoscere meglio la documentazione, vi rimandiamo al sito del Centro Visti VHS.

Comunque, per essere più aggiornati sull’ottenimento del visto e per avere informazioni più dettagliate, andate sul sito dell’Ambasciata Russa in Italia.

Ora noi abbiamo ottenuto i nostri visti e, il mese prossimo, partiremo per visitare Mosca e San Pietroburgo, non vediamo l’ora di vedere queste due stupende città ed esplorarle con i bambini.


Potrebbe interessarti anche:

Passaporto per i bambini

Passaporto per i bambini: quando e come ottenerlo


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.