Sofia con i bambini: cosa vedere nella capitale della Bulgaria

Sofia con i bambini

Punto di arrivo e di partenza del nostro viaggio on the road in Bulgaria è stata la visita alla bella e particolare città di Sofia con i bambini.

Infatti, invece di rimanere nella capitale all’inizio del viaggio abbiamo deciso di visitare altre località (come Plovdiv e il Mar Nero) per terminare la nostra vacanza a Sofia.

Abbiamo scelto di scoprire la Bulgaria e la sua capitale soprattutto perchè si tratta di una destinazione ancora molto economica rispetto ad altri Paesi europei.

Purtroppo non abbiamo trovato molte informazioni su cosa vedere a Sofia con i bambini, ma comunque abbiamo scelto di esplorarla perchè curiosi di scoprire una città fuori dalle classiche mete turistiche.

Sofia si è rivelata una città piacevole anche con i bambini con persino alcune escursioni divertenti per tutta la famiglia.

Pur essendo una grande città, popolata da oltre un milione di abitanti, può essere facilmente visitabile.

Molte delle sue attrazioni turistiche, infatti, si trovano in centro e grazie a questo i più bei luoghi d’interesse si possono vedere a piedi.

Noi abbiamo visitato Sofia in due giorni con i nostri bambini di 6 anni e di 2 anni e mezzo.

E’ stata una destinazione piacevole per scoprire splendidi edifici e anche luoghi molto particolari.

A Sofia si incontrano diverse attrazioni soprattutto legate alla storia millenaria di questa città.

Quindi, non sarà difficile trovarsi di fronte a resti romani o bizantini, a pittoreschi templi e case rinascimentali.

In contrapposizione, però, Sofia mostra anche i segni dell’occupazione dell’Unione Sovietica.

Accanto ad edifici moderni si trovano blocchi di cemento ed edifici fatiscenti.

Ma questo rende ancora più significativa la visita della città fatta di forti contrasti tra il moderno e l’antico, tra il povero e il ricco e a volte anche tra il brutto e il bello.

Cosa vedere a Sofia con i bambini: le attrazioni più belle

Sofia è la capitale della Bulgaria ed è una delle città più antiche d’Europa, quindi ricca di storia e luoghi ricchi di fascino.

Il turismo è in fase di espansione, soprattutto grazie all’arrivo di diverse compagnie low cost all’aeroporto della città.

Se arrivate a Sofia in aereo è molto comodo prenotare il transfer verso il vostro alloggio direttamente dall’Italia, noi utilizziamo spesso quello di Civitatis.

Scopriamo insieme come organizzare e cosa vedere a Sofia con i bambini.

Cattedrale di Aleksandr Nevskij

Cattedrale di Aleksandr Nevskij

Questo è sicuramente il monumento più famoso e maestoso di Sofia oltre ad essere il principale centro religioso della capitale.

La cattedrale si trova al centro di una grande piazza lungo il percorso dove poter vedere le attrazioni più importanti della città.

L’esterno di questa chiesa ortodossa è stupendo, un insieme di cupole che si sovrappongono in altezza formando una costruzione che saprà sorprendere anche i bambini.

Anche l‘interno della cattedrale è da visitare, con molti affreschi colorati e mosaici.

L’ingresso è gratuito , ma si paga per poter scattare foto o fare video.

A pochi passi dalla cattedrale Aleksandr Nevskij, in un giardino pubblico sorge un mercatino delle pulci dove poter acquistare oggetti di ogni genere.

Ad un ottimo prezzo si trovano oggetti e souvenir unici e particolari, come ad esempio icone, quadri di pittori locali, pezzi d’antiquariato soprattutto legati al periodo sovietico.

Se esplorate Sofia con i bambini vi consigliamo di visitare questo mercatino tutto colorato per assaporare l’atmosfera della città.

Chiesa russa di San Nicola

Vicinissima alla cattedrale Aleksandr Nevskij c’è anche la piccola e raccolta chiesa di San Nicola con le architetture tipiche presenti in Russia.

Le sue belle cupole verdi e dorate fanno sembrare questa chiesa una piccola bomboniera.

La chiesetta è immersa nel verde, nonostante sia collocata in centro città, circondata da molte piante e fiori.

Dietro alla chiesa c’è un bel parco pieno di sculture particolari che incuriosiranno molto, soprattutto i bambini.

Chiesa di Santa Sofia

Chiesa di Santa Sofia

Sicuramente la chiesa di Santa Sofia non è così spettacolare come la cattedrale di Aleksandr Nevskij posta praticamente di fronte.

Purtroppo è stata in buona parte danneggiata a seguito di abbandoni, devastazioni da terremoti, invasioni e incendi.

Ora appare assai spoglia, ma questa chiesa è antichissima ed è stata comunque così importante che ha dato il suo nome all’intera città.

L’entrata è gratuita, ma bisogna pagare per visitare la parte sotterranea dove si trovano anche dei bellissimi mosaici.

Sul lato esterno della chiesa sorge il monumento al milite ignoto bulgaro dedicato a tutti i soldati bulgari morti per difendere la patria.

A sorvegliare questo monumento sono posti anche dei leoni in marmo, animali simbolo della Bulgaria.

Moschea Banya Bashi

Moschea di Banya Bashi

Sempre in centro a pochi minuti a piedi dalla cattedrale e anche dalla sinagoga, si può visitare l‘unica moschea ancora attiva a Sofia.

La sua grande cupola è piuttosto evidente e ricorda molto le moschee della Turchia, in particolare quelle di Istanbul.

E’ possibile visitare gratuitamente anche l’interno, molto semplice, ma suggestivo con particolari decorazioni sul soffitto.

Il suo nome si traduce in “molti bagni”, visto che la moschea è stata eretta su un complesso che comprendeva sorgenti naturali di acqua calda.

Infatti, proprio di fronte alla moschea ci sono delle fontanelle pubbliche con acqua termale.

Terme municipali e fontanelle termali

All’interno di un parco pubblico, al cui centro c’è una grande fontana, si trova l’edificio che ormai un tempo ospitava le terme municipali.

Infatti, ora il palazzo, dai meravigliosi colori, custodisce il Museo di Storia di Sofia.

Nella strada accanto alle terme è possibile vedere uno dei luoghi più particolari se si visita Sofia con i bambini.

Ci sono, infatti, delle fontanelle da cui sgorga acqua termale calda.

Le persone del posto la raccolgono con delle taniche e bottiglie per rifornirsi.

I nostri bambini si sono divertiti ad osservare le fontane e i loro giochi d’acqua ed erano incuriositi nel vedere così tanta gente fare scorta d’acqua calda.

Chiesa di San Giorgio

Chiesa di San Giorgio

Intorno alla stazione della metropolitana Serdika si torva un museo a cielo aperto nonché il luogo più antico della città.

Improvvisamente sembra di essere catapultati in un’altra epoca e di stare in una vecchia strada romana.

Qui si trovano le rovine dell’antica Serdika (il nome originario della città) dove si affaccia anche la chiesa di San Giorgio.

La chiesa viene anche chiamata “Rotonda”, visto che ha una particolare forma circolare.

Da qui si scorge anche la statua di Santa Sofia, il suo corpo scolpito in oro coperto da un abito di bronzo accoglie i visitatori al centro della città.

Palazzo presidenziale

A pochi passi dalla rotonda di San Giorgio c’è anche il palazzo presidenziale dove è possibile assistere al cambio delle guardie.

Si tratta di un palazzo un po’ austero, ma di fronte c’è una grande fontana con divertenti giochi d’acqua.

Cosa vedere a Sofia con i bambini: i mercati della città

Cosa acquistare a Sofia

Vitosha Boulevard è sicuramente la via dello shopping di Sofia con articoli di ogni genere.

Si tratta di un bel corso pedonale che attraversa il centro della città pieno di negozi e ristoranti.

Qui, si trovano anche diversi punti per il cambio degli euro in lev bulgari che applicano tassi piuttosto convenienti.

Se può interessarti a questo link parliamo della APP più utili in viaggio anche per controllare il cambio valuta

Per chi, invece, ama i luoghi più autentici dove capire le consuetudini del posto vi consigliamo di visitare a Sofia, il mercato delle donne.

E’ chiamato così proprio perchè un tempo le donne venivano in questo luogo a vendere i prodotti coltivati nei loro campi per racimolare qualche soldo.

Anche adesso si trovano diverse bancarelle di frutta e verdura, alimenti di vario genere, abbigliamento e souvenir.

E’ sicuramente un posto da visitare se ci si reca a Sofia per entrare in contatto con la gente.

Può sembrare un posto poco sicuro, soprattutto con i bambini, visto che ci sono diversi mendicanti e rom.

A noi nessuno ha chiesto l’elemosina o quant’altro, quindi vi consigliamo di visitare questo luogo però di non sporgervi nei vicoletti adiacenti al mercato.

Se volete, invece, acquistare delle splendide icone o oggetti d’antiquariato particolari andate al mercatino delle pulci vicino alla cattedrale di Aleksandr Nevskij.

Un luogo carino e piacevole dove fare un salto è anche il mercato centrale di Sofia, interamente al coperto, si trova vicino alle terme municipali.

All’interno si trova un po’ di tutto dai vari negozietti d’abbigliamento e pelletteria ai souvenir oltre a gastronomia e prodotti alimentari.

Al piano superiore c’è anche la posta.

Dove dormire a Sofia con i bambini

Dove andare a Sofia

Visto che a Sofia le sistemazioni costano meno rispetto alle altre capitali europee il nostro consiglio è quello di sceglierne una con categoria più elevata e possibilmente in centro storico.

La zona migliore dove dormire a Sofia con i bambini è sicuramente vicino al viale Vitosha, la principale via commerciale della città.

Da qui è possibile raggiungere a piedi le attrazioni più belle e avere a disposizione diversi negozi e ristoranti.

Noi abbiamo soggiornato in un appartamento e l’abbiamo prenotato dal sito Booking.com, a questo link trovate alcune possibilità di alloggio.

Speriamo di avervi lasciato qualche spunto interessante per la visita della città di Sofia con i bambini, se avete altre domande lasciateci pure un commento qui sotto saremo pronti a dare altri consigli per organizzare un viaggio a Sofia e in Bulgaria.

Da Sofia poi è possibile organizzare diverse escursioni, per esempio scoprire l’affascinante città di Plovdiv, anche servendosi di tour organizzati per visitarla in un giorno, a questo link vi segnaliamo il tour di Civitatis.


Potrebbe interessarti anche:

Plovdiv Bulgaria

Bulgaria con i bambini: un itinerario tra Sofia e il Mar Nero


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Privacy Policy Cookie Policy