Spagna: il nostro itinerario on the road

Corrida SpagnaQuest’anno, dopo i nostri due precedenti viaggi on the road, uno alla scoperta di un insolito Portogallo e l’altro girovagando tra i mulini a vento e i tulipani in Olanda, questa volta voleremo verso una nuova destinazione…la Spagna!

Sabato 25 agosto 2018 la nostra famiglia, mamma Erica, papà Roberto e i nostri bambini Tommy di 5 anni e Nik di quasi 2 anni, inizierà un viaggio on the road che per 15 giorni ci porterà a visitare la Spagna.

Il volo con partenza da Bergamo atterrerà a Barcellona, da dove comincia la nostra avventura, per poi proseguire verso la città di Valencia e continuare sulla costa per esplorare le città antiche, le spiagge da sogno e paesaggi caratteristici della splendida Andalusia.

Il viaggio terminerà a Siviglia, dove ci aspetterà l’aereo per riportarci a casa.

In questi mesi abbiamo organizzato la nostra vacanza programmando la visita di qualche attrazione, acquistando on line i biglietti “salta coda” per le entrate.

Quando si viaggia con i bambini, soprattutto piccolini, non è possibile pianificare tutto, quindi, sul nostro diario di viaggio abbiamo segnato le classiche “cose da fare e da vedere”, ma sarà il nostro istinto e la voglia di scoprire dei nostri bimbi a guidarci.

Il nostro viaggio on the road

Vista SpagnaPer i primi tre giorni resteremo a Barcellona per conoscere assieme ai bambini le attrazioni che offre questa città.

Ci sembra già una città molto colorata, divertente, un grande parco giochi all’aperto.

Park Güell, Casa Milà e l’immancabile Sagrada Familia saranno tra le nostre mete.

Il nostro viaggio proseguirà con la visita alla città di Valencia.

Prima di partire, però, ritireremo la nostra auto a Barcellona e qui inizierà il vero on the road (qui puoi leggere i nostri consigli sul noleggio auto).

Abbiamo deciso di esplorare la città di Gaudì con i mezzi pubblici molto più funzionali per la scoperta di una città così grande.

A Valencia abbiamo programmato una visita all’immancabile Cituat de les Arts i les Ciencies che ospita al suo interno l’Oceanografico, uno dei più grandi acquari d’Europa.

Sarà una sorpresa per i nostri due cuccioli trovarsi a tu per tu con tutti gli straordinari pesci che abitano l’oceano.

In viaggio verso l’Andalusia

Ceramica Spagna

La città di Almeria sarà la nostra nuova base, per iniziare a visitare l’Andalusia.

Ce ne siamo innamorati guardando delle foto in Internet.

E’ una città meno conosciuta rispetto alle altre sue “cugine” andaluse, è forse anche per questo che ci piace.

Cercheremo di raggiungere le fantastiche spiagge del parco naturale di Cabo de Gata, uno dei tesori più preziosi dell’Andalusia e di esplorare altri paesaggi insoliti.

Non può di certo mancare un salto alla misteriosa e arabeggiante Granda, dove cercheremo di scoprire tutti i segreti della famosissima Alhambra e dei suoi palazzi.

Il viaggio proseguirà lungo la Costa del Sol, passando per Malaga fino a raggiungere lo stretto di Gibilterra che collega l’Oceano Atlantico al Mar Mediterraneo, dove si possono scorgere le coste del Marocco.

Resteremo qualche giorno nella provincia di Cadice, in un appartamento che ci sembra davvero carino, molto particolare, non vediamo l’ora di vederlo.

Dalla Costa de la Luz risaliremo verso l’elegante città di Siviglia, che sarà l’ultima tappa del nostro viaggio in Spagna.

In questa vacanza abbiamo prenotato degli appartamenti, visto che durante il giorno cercheremo di fare diverse visite, ci piace pensare la sera di ricreare ai nostri bimbi l’atmosfera di casa con la mamma che cucina e il papà che gioca insieme a loro con le macchinine.

Eh si, ogni volta che si parte con i nostri bimbi, un po’ di bagaglio è riservato ai loro giochi, macchinine, libretti e peluches.

Durante il viaggio aggiorneremo i nostri canali social:

Facebook e Facebook Stories – bimbiviaggiatori

Instagram e Instagram Stories – bimbiviaggiatori

Twitter – BimbiViagg

Se vi fa piacere seguiteci, mandateci i vostri consigli e i racconti sulle vostre esperienze in Spagna, ne saremo molto contenti.

A presto!


Potrebbe interessarti anche:

Toro Spagna

Spagna con i bambini: Barcellona, Valencia e l’Andalusia


 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.